Alice nel paese delle meraviglie I Compleanno in giardino

Alice nel paese delle meraviglie I Compleanno in giardino

sweet table alice

tazzina handmade in carta

Alice ed il suo magico mondo sono stati il tema di un magico party di compleanno per la piccola Azzurra. Sono stata felicissima di avere la possibilità di sviluppare questo tema perchè è così ricco di dettagli che ho fatto quasi fatica a tenerli tutti insieme!

Il giardino fa parte della splendida location Villa Buonanno a Cercola, un piccolo gioiello rinchiuso nelle alte mura di una villa del settecento che mi ha permesso di portare Alice ed il suo paese delle meraviglie tra di noi.

Quando Mara, la mamma di Azzurra, mi ha chiamato, mancavano cinque giorni all’ evento, ma il tema era troppo bello e non ho potuto letteralmente dire di no!

Quando progetto un evento mi piace pensarlo come un percorso, fisico ed emotivo, che accolga gli invitati per condurli verso il divertimento della serata fino al momento magico del taglio della torta. Con Alice non ho fatto altro che seguire il suo di percorso sin dalla piccola porta ( o grande… dipende da che biscotto hai mangiato) che attraversa per ritrovarsi nel magico paese delle meraviglie.

porta di alice

Ma come si fa ad attraversare la porta senza la chiave giusta? E come si fa a festeggiare un “non compleanno” senza il cappellino giusto? Servivano urgentemente! Io ho sempre invidiato il cappellaio matto e poiché la festeggiata era una Alice, le sue amiche ed i suoi amici non potevano che trasformarsi in piccoli cappellaio matto. Alla chiave è legato un tag dove ognuno ha potuto scrivere un messaggio di auguri per Azzurra e imbucarlo nello scrigno dorato fatto per lei.

cappello e chiavi handmade

Per i bimbi ( ed anche per molti grandi) il vero paese delle meraviglie è un mondo pieno di caramelle e poichè non ho saputo scegliere ne ho prese tante, colorate, di tanti gusti e dimensioni… non ho saputo resistere.

sweet table

sweet table dettaglio

buste sweet table

In un evento del genere il photo booth non può mancare. Tutti i protagonisti della favola pronti per gli ospiti e per la festeggiata. Nessuno può mancare.

photo booth

 

L’altra Napoli : l’architettura abbandonata nell’area metropolitana

concorso_fotografico_lions_lamont_young

Io mi occupo di tante cose e non so stare proprio ferma, ma soprattutto sono sempre cresciuta nelle associazioni di cui amo lo spirito di condivisione e di lavoro di squadra, così, tredici anni fa ho fondato, con un gruppo di amici, il club Lions Napoli Lamont Young. Abbiamo sempre organizzato service mirati sul territorio ed a servizio delle persone, ma uno di quelli a cui sono più affezionata e che considero un “figlioletto” è il concorso fotografico.
Quest’ anno abbiamo deciso di dedicarlo all’architettura abbandonata, all’architettura che, nonostante le incurie, ancora è li ed è ancora bella, ma potrebbe esserlo di più. Il concorso è per fotografi amatoriali ed è una bella sfida, perchè non la cogliete?

Qui potete scaricare il  bando L’altra napoli l’architettura abbandonata nell’area metropolitana, ilmodulo iscrizione la liberatoria. In bocca al lupo!!!

concorso_fotografico_lions_lamont_young

La dolcezza di una ladybug – sweet table in volo

tavolo decorato a tema coccinella bugslady

MISSION IMPOSSIBLE DI UNA ZIA A LONDRA

In una giornata dal cielo bianco come oggi, sempre in un mese di febbraio, imbarcavo la mia valigia per Londra. Detta così sembra che mi sia trasferita nella capitale inglese ed invece no, partivo con il cuore e la valigia piena di dolcezza perchè la mia nipotina si battezzava e quel folle di mio fratello e della sua compagna mi avevano chiesto di realizzare per loro uno sweet table con il tema ladybugs! Esperienza bellissima e direi decisamente “sweet” in tutti i sensi. Mi sono sempre chiesta cosa avranno pensato alla dogana guardando con lo scan il mio bagaglio perchè ho portato praticamente tutto dall’ Italia dentro una mega valigia infilando il mio abito da cerimonia e qualche effetto personale in una bag a mano.
tavolo decorato a tema ladybug

Difficilmente realizzo uno sweet table senza fondale e così anche questo ha avuto il suo… portato dall’ Italia. Si perchè Londra è grande, mio fratello è andato in panico alla mia richiesta di indicarmi un negozio di materiale elettrico in zona ed all’epoca il mio inglese era molto, molto più scolastico di ora… conclusione? Inventati una struttura smontabile che entri nella valigia e che ti faccia da fondale per il tavolo!
Dettaglio dell'alzatina con la torta

Il peso da poter portare in una valigia è limitato e in uno sweet table non possono mancare alzatine, vassoi, volumi per movimentare le geometrie, dunque che fare? Certo non potevo lasciare al caso e affidarmi a quello che possedeva la location ( con la quale non c’era una facile possibilità di comunicazione, tra l’altro!!!), così ho portato tutto da casa… si, si tutto realizzato in carta : ho ritagliato dei bordi decorativi, ho coperto piatti porta torte, creato porta cup cake, rivestito scatole di scarpe con carte colorate… scarpine porta confetti e porta cup cake di carta

Il lavoro più bello però sono state le iniziali. Siccome a me le cose semplici non piacciono, le ho fatte sagomate (hihihihi). Ovviamente trovare della carta a pois grandi è quasi impossibile e così, come per tutte le cose che penso nella mia mente, ma non trovo sul mercato, l’ho realizzata io.
adele-azzurra-sweet-table-ladybugs-coccinella

Lavoro duro, ma bellissimo! Le fotografie sono sempre ” in famiglia” perchè realizzate dallo zio, nonché padrino ( io sono stata la madrina! ) Paolo Margutti . Praticamente un tripudio d’ amore per la nostra Adele Azzurra!
sweet-table-ladybugs-coccinella-margherita-favors

sweet-table-ladybugs-coccinella-biscotti

sweet-table-ladybugs-bag

sweet-table-ladybugs-coccinella-bottiglia

sweet-table-ladybugs-coccinella-bomboniera-favors

MY ❤️ PEOPLE – RI.ABITO / Homestyling sartoriale

LOGO DI RI.ABITO

Ci sono delle cose, delle persone, dei progetti così belli che non posso fare a meno di condividerli con qualcuno e così ho deciso di dedicare loro una rubrica. Infondo è anche un modo per parlarvi un po’ di me… Attraverso gli altri.

Elena e Maria di Ri.ABITO mi sono piaciute subito, ancor prima che vincessero il concorso di trafficante d’arredo ( ndr. La mia metá) che poi mi ha portato a conoscerle di persona. Le ho incontrate ad una esposizione di crafters e designers e mi hanno catturato con queste….

lampade hand made

Si sì, sono proprio dei porta posate dell’ikea. Io? praticamente folgorata! Se qualcuno riesce a stravolgere un oggetto insignificante fino a farlo diventare design, io devo conoscerlo. Elena è uno storico dell’arte con la passione viscerale per il design, Maria un architetto a cui non piace stare ferma, come potevano non piacermi a pelle? Dopo aver camminato per strade alterne e parallele hanno deciso di creare RI.ABITO homestiling artigianale. “…Creiamo spazi alternativi per persone a cui piace pensare fuori dall’ordinario, reinterpretiamo vecchi arredi o elementi anonimi, li strapazziamo e gli diamo nuova vita…” si legge nel loro sito, decisamente una bella mission.
Adoro i loro progetti di grafica ed il loro gusto un po’ pop!

disegni grafici realizzati da ri.abito

Architettura, design, allestimenti, craft…. abbiamo veramente tanto in comune, come la voglia di rendere gli spazi caldi ed accoglienti e perfettamente adatti a chi li dovrà vivere, anche solo per poco.

moodboard cucina e stanza b&b
moodboard cucina e stanza b&b

Se le cercate sono qui: RI.ABITO

“Mamma” e “Papà” si sposano e voglio esserci anche io! Wedding e animali

foto di due cani carlini su una poltrona con fiocchi per un matrimonio
Consigli utili per rendere il vostro giorno speciale perfetto anche per i nostri amici animali.

Coppia di sposi accovacciati ad accarezzare il loro cane

Gli animali domestici, il più delle volte cani,  sono diventati parte integrante dei nostri affetti. Loro ci amano di un amore incondizionato e sono capaci di dimostrazioni di affetto importanti e così, per molti di noi, sono diventati delle “persone” ed è impossibile pensare di lasciarli a casa il giorno più bello della nostra vita e di non condividere con loro le gioie di quel momento.

coppia di cani con cartelli al collo che annunciano il matrimonio dei loro padroni e la data del loro matrimonio

Come Wedding & Event Planner credo che i nostri amici animali debbano essere trattati come ospiti e per questo valuto sempre le loro necessità. Per fare in modo che anche per loro possa essere un momento di gioia tengo sempre a mente alcune semplici regole.

Valutare il carattere. Se il vostro cane è maturo e magari un gran giocherellone che adora stare con i bambini e farebbe qualsiasi cosa per avere tante carezze, allora potreste pensare di portarlo tutta la giornata con voi, finanche alla cerimonia, magari insegnandogli a portare un bel cestino con le fedi nel momento più importante!.

Due foto che rappresentano cani con i loro padroni vestiti per un matrimonioTenete sempre presente che gli unici cani a cui è consentito entrare in una Chiesa cattolica sono i cani guida, per tutti gli altri c’è il dovere di chiedere al Celebrante il permesso. Stessa cosa vale per gli edifici del Comune, andrà verificato se il regolamento vieta l’accesso ai cani o ad altri animali ed eventualmente chiedere delle deroghe.

Se il vostro cane è invece un gran timidone, valutate l’opportunità di farlo partecipare solo ad alcuni momenti del vostro evento e lasciare che sia coccolato da un dog sitter per il resto della giornata.

due immagini di un cane con un cartello "sono il testimone" e con un anello di fidanzamento sul muso

Il dog sitter. Scegliete per lui o per lei un dog sitter ( un addestratore, nel caso di altri animali ) che sia esperto e professionale. Sarà opportuno prevedere qualche incontro preventivo perché il vostro cane lo possa conoscere, familiarizzare con lui ed imparare che può fidarsi, in questo modo sarà sereno il giorno dell’evento e lo sarete anche voi sapendo che è felice ed in buone mani. E’ importante che stabiliate preventivamente con il dog sitter quale sarà la partecipazione del vostro cane all’ evento, così sarete sicuri che non mancherà nei momenti per voi importanti.

Dog Dress code. I matrimoni sono meravigliosi anche perché tutti, a partire dagli sposi, si concedono abiti belli ed importanti per festeggiare con il giusto rilievo l’evento, perciò pensate a qualcosa di speciale anche per il vostro cane.

due foto di un cane ed un gatto con coroncine di fiori in testa

Ricordate che gli abiti possono risultare scomodi per gli animali e rovinare la loro partecipazione all’ evento, quindi meglio non eccedere. Collari e guinzagli personalizzati e decorati secondo il tema del vostro evento saranno perfetti.  Se la cerimonia avviene nei periodi freddi ed il vostro cane è un po’ freddoloso, anche una pettorina chiusa sarà adatta per l’occasione.

foto di due cani carlini su una poltrona con fiocchi per un matrimonioFoto tutti insieme. Infine alcuni piccoli suggerimenti per le fotografie. Cercate di ritrarre i vostri animali quando è ancora giorno, diversamente state attenti perché non si spaventino con il flash. Se volete farvi fotografare con loro fateli accucciare ed avvicinatevi a loro in modo da preservare i vostri abiti.

foto di coppia di sposi accovacciata vicino il proprio cane per fare una foto

Poche regole che io tengo sempre a mente, ma che hanno sempre avuto il loro successo… ora non vi resta che scegliere tra il più bel fiocco ed il più bel cravattino!

 

LOVE is in the air. Aspettando San Valentino

Schizzo di una mise en place di san valentino diy

Idee DIY per festeggiare in modo diverso.

Eccole, le sentite? Sono le “farfalle nello stomaco”! Accidenti che meraviglia quando si scopre di essere innamorati, la testa per aria, i pensieri felici ed un sorriso stampato sul volto. Si avvicina San Valentino, la festa più dolce dell’anno, così ho pensato di proporvi qualche idea carina ed una mise en place personalizzata per stupire il vostro lui e la vostra lei.

Origami di primavera. Un “thank you gift” per sognatori.

farfalle in origami dai colori pastello

farfalle in origami dai colori pastello
Ogni volta che lavoro la carta resto sempre affascinata da quello che può diventare. In primavera mi è stato chiesto di realizzare degli origami come cadeaux per una festa di compleanno ; subito mi è venuta in mente una farfalla.

tavolo bianco, farfalle in origami, mani di bambina che giocano con farfalle, carta e colori

 

Ne avevo già realizzate diverse, ma tutte nolto semplici e questa volta volevo qualcosa di diverso, così ho cominciato a cercare nei miei libri ed alla fine ho trovato questa che io trovo deliziosa. Ho piegato e ripiegato diversi fogli per ottenere la leggerezza e la forma che volevo, ma alla fine sono soddisfatta.

farfalla in origami poggiata sulle mani di una bimba

 

 

farfalla in origami poggiata sulla testa di una bimba

Realizzata la mia farfalla origami… come potevo far percepire l’oggetto e la sua leggerezza attraverso il packaging? Semplice, con la carta mozzarella! Quanto ho usato questa carta ai tempi dell’università, quando squadre e matite erano il mio pane quotidiano! Ho deciso di realizzare delle bustine con la carta mozzarella e di chiuderle con un cartoncino a righe. Un baker twine in tinta ed un tag scritto a mano hanno completato il dono.
Che ne pensate?

farfalla in origami inserita in una bustina semitrasparente che lascia intravedere il suo contenuto

 

farfalle_origam_bambini_packaging

farfalle_origami_vintage

farfalle_origami_colori_pastello

 

 

craft_baker twine_whashi tape

 

sposiAMOci 1.0 . La nuova idea di wedding

sweet table di ispirazione vintage realizzato per sposiAMOci

Il 29 ottobre si è tenuta la prima delle due giornate dedicate al wedding di sposiAMOci. All’ evento, rigorosamente tutto al femminile hanno partecipato, presso l’ Atelier Albachiara di Susi Sposito, 10 professioniste del settore… tra cui la sottoscritta.

E’ stato veramente bello incontrare tante spose e chiacchierare con loro su come immaginano il loro giorno più speciale. Ho deciso di presentare uno sweet table un po’ particolare: tutti i prodotti erano alla liquirizia. L’Amarelli – azienda produttrice di liquirizia dal 1731 – ha fornito tutte le sweetnesses del tavolo.

sweet table di ispirazione vintage realizzato per sposiAMOci

Una grande valigia accoglie tutte le boule. Ho deciso di foderarla con una carta fiorata di ispirazione vintage e di realizzare due ghirlande con pizzi di tessuto ed in carta.
Mi piaceva l’idea di rendere gli sposi partecipi del tavolo, così ho realizzato delle lettere tridimensionali in carta e le ho decorate con fiori realizzati con carte colorate e decorate.

lettere tridimensionali in carta realizzate a mano
lettere handmade – Camilla Castaldo event planner

Farfalle in origami, nastri di pizzo e fiori di carta decorano le boule ricche di dolcezze. Sul fondo una lavagnetta con un augurio per gli sposi : “ LOVE IS SWEET”!

particolari dello sweet table di ispirazione vintage realizzato da camilla castaldo per sposiamoci
sweet table – Camilla Castaldo event planner

Voglio raccontarvi, però, anche delle mie “compagne d’avventura” senza le quali tutto questo non sarebbe stato possibile.
Siamo state accolte da Susi Sposito nel suo atelier Albachiara, nel cuore di Napoli, dove disegna e realizza abiti da sposa meravigliosi che hanno fatto brillare gli occhi alle nostre ospiti.

abito in pizzo, particolare. Realizzazione Susi sposito
Susi Sposito

Chiara Natale, fotografa di grande sensibilità , ha colto con il suo “occhio” tutti i dettagli del nostro lavoro. Maria Siricio, decoratrice, ha realizzato delle bellissime cornici che hanno ospitato gioielli, specchi, fotografie.

Dettaglio fotografie e cornici
Chiara Natale – Maria Siricio

Sara Lubrano realizza gioielli artigianali con il metodo della cera persa, le sue creazioni hanno stregato tutte (anche noi!) e sono ancora più belle nelle cornici di Maria Siricio.

Gioielli di sara lubrano
Sara Lubrano

Fiori freschi per il bouquet di Idea Verde… fiori cerati per le scatole in cera di Weimè. Piochè tutte hanno avuto difficoltà a scegliere… hanno optato per tutti e due!

Idea verde - Weimè
Idea verde – Weimè

Ornella D’Anna, giornalista e direttrice di LadyO, è una racconta storie. Le spose sono rimaste entusiaste del libro presentato loro e che racconta la storia degli sposi o il giorno del matrimonio. Alle spose meno tecnologiche, ma molto social, Daniela Chiariello con Activart ha presentato un web wedding site stiloso e ricco di funzionalità.

particolari dei servizi offerti
Ornella D’Anna – Daniela Chiariello

Marina Orlando, ceramista e creatrice del brand Mavalù, ha proposto, tra le altre cose, dei pesciolini (rigorosamente fatti a mano!) portapensieri da donare agli ospiti.

particolare pesciolini in ceramica
Marina Orlando

Infine vorrei presentarvi Anna Rosa Di Penta, make up artist, che mi ha gentilmente “trasformato” per l’occasione!

Anna Rosa Di penta a lavoro
Anna Rosa Di Penta

Lo staff è al completo, se vi siete perse questo appuntamento o se volete essere di nuovo in nostra compagnia, vi aspettiamo per la seconda giornata di sposiAMOci il 12 novembre 2015 in vicoletto Belle donne a chiaia! Vi consiglio di prenotare la vostra wedding bag per poter vincere splendidi premi.

 

Sbarco tra gli internauti. Eccomi

camilla castaldo

Buongiorno,
primo articolo del blog, sono molto emozionata. Più volte ho pensato a cosa avrei scritto in questa occasione, tante parole mi hanno riempito la mente, poi ecco all’ improvviso, su un treno per Roma, ho deciso di fare alla vecchia maniera : biro, quaderno e sono partita!
Descrivermi mi risulta sempre difficile, in generale mi definirei una creativa a 360°. Ho studiato alla facoltà di architettura di Napoli e svolgo la libera professione da orami 14 anni, mi occupo soprattutto di interior design; quasi 8 anni fa ho deciso che tutto ciò non mi bastava e con la mia super – amica Ilaria (n.d.r. Gallitelli), ho deciso di far esplodere la creatività e la voglia di creare e abbiamo cominciato ad occuparci di organizzazione eventi.

camilla castaldo image profile

Una sfida difficile, sono passata dalla progettazione di una casa, che dura mesi, alla progettazione di un evento… che dura una sera! Insomma one shot, o la va o la spacca, tutto in una sera, senza possibilità di replica, senza vedere com’è e poi decidere cosa aggiungere.
Che paura il primo evento, anche perché, giusto per il battesimo del fuoco, c’erano 170 persone (ops!!!). Per fortuna, grazie anche ad un bellissimo angolo mojito, andò tutto benissimo.
Da allora non mi sono fermata, ho studiato composizione floreale, fatto corsi sull’utilizzo dei materiali più insoliti, sperimentato, fallito e avuto successo.
Nel frattempo la “metà dello studio” ha seguito il suo cuore e si è trasferita altrove, così da due anni cammino solo con le mie gambe : tanta fatica, ma altrettante soddisfazioni 
Mi piacciono i colori, la carta, la valigia fuori la porta… sarei sempre in viaggio se non fosse per gli amori della mia vita. Mi piace leggere, ridere, cantare, ballare con mia figlia, ritagliare e decorare.
Questo blog sarà il mio diario, scriverò di quello che sono e di tutto quello che fa quello che sono.
Spero mi seguirai ed attendo consigli e commenti… sai che noia se fossi tutta sola qui. Questo è anche il tuo diario, di la tua mi raccomando!